11 aprile 2011

Senza parole

L'autocelebrazione sembra diventata una parte irrinunciabile dell'attività amministrativa. In genere per esprimere l'autocompiacimento i politicanti approfittano delle cerimonie di inaugurazione di qualche opera pubblica. Ci si loda e ci si sbroda, L'aveva già fatto la precedente amministrazione con un manifesto che faceva l'elenco delle cose realizzate (un elenco che a suo tempo giudicai autolesionistico perché di cose fatte ce n'erano come qualcuno scrisse su facebook, ma non erano quelle messe nel manifesto).

Ora non c'è alcun elenco: "Chieti torna a Vivere!". Indicativo presente, non c'è un futuro di speranza e se Vivere (con la maiuscola) non è una regione dove è stata traslocata la vita cittadina, allora ci troviamo tra il puro autocompiacimento e l'allucinazione. Auguri e sogni d'oro!

Nessun commento: