09 dicembre 2012

L'Aquila: palazzi abbattuti

Il capoluogo abruzzese distrutto dal terremoto del 2009, aggredito dalle cricche berlusconiane che si attivarono, ridendo, la stessa notte del sisma, e infine insultato dai fans del pataccaro di Arcore che dovevano accreditare il "miracolo" mentre si compiva uno scempio urbanistico e umanitario. Ora leggo di ulteriori stravolgimenti nel centro storico aquilano. Ne parla uno dei pregevoli blog del Fatto Quotidiano, curato da uno storico dell'arte toscano che insegna a Napoli: Tomaso Montanari. Credo che L'Aquila meriterebbe maggiore attenzione e cura da parte degli abruzzesi.


Nessun commento: