29 maggio 2016

Partigiani e giovani per la Costituzione


Ieri pomeriggio a Pescara il Prof. Alessandro Pace ha illustrato i motivi del NO alla riforma costituzionale approvata dal Parlamento. Insieme all'emerito costituzionalista c'era anche il Prof. Carlo De Marco, docente di diritto costituzionale presso l'Università di Teramo, e l'avv. Franco Sabatini. 
Esaminando gli articoli della riforma Renzi-Boschi sono emerse le ragioni che hanno indotto alcuni a chiamarla "deforma" o "schiforma" costituzionale. 
All'assemblea erano presenti anche i rappresentanti dell'Associazione Partigiani di Pescara e di Chieti.


Per fortuna insieme ai partigiani ci sono anche i giovani universitari. I banchetti per la raccolta delle firme necessarie per chiedere anche un referendum abrogativo della legge elettorale (il cosiddetto "italicum" che replica i difetti del già abrogato "porcellum") sono già presenti da almeno due settimane in Piazza Vico e in Piazzale Marconi.


Nessun commento: